Bernardeschi: “Alla Fiorentina ero me stesso, alla Juve no: pressione ogni giorno e molte difficoltà”

img

Federico Bernardeschi torna a parlare di Juventus e Fiorentina dal Canada. L’attaccante del Toronto è intervenuto a Telelatino e ha raccontato il passaggio dai bianconeri alla MLS: “C’erano tante squadre con cui ho parlato e varie si sono fatte avanti, ma col Toronto è andata subito in porto. Penso che la MLS abbia un grande futuro, ci sono progetti in grande, non solo qui a Toronto, ma per l’intero campionato. Alla Juventus sentivo la pressione ogni giorno, durante i primi sei mesi, l’impatto è stato molto diverso dal mondo da cui venivo, e per me è stato davvero difficile. Fiorentina? A vent’anni ero titolare in Serie A e ho passato tre buoni anni a Firenze, mi sentivo me stesso. Giocavo e mi divertivo, stavo bene sia fisicamente che mentalmente”.

×